Location

Da quella terrazza panoramica si poteva abbracciare con un solo sguardo tutto il porto. Una barchetta con due uomini stava tornando a riva con il suo carico di pesce e costeggiava la scogliera posta a protezione dei moli incedendo lentamente. Lo sciabordio delle onde del mare lievemente mosso la sballottolava leggermente ma i due marinai non se ne curavano. All’interno della barriera protettiva invece l’acqua era completamente piatta e tutte le imbarcazioni erano silenziosamente ordinate e legate al molo. Erano quasi tutte bianche e azzurre, ma di tanto in tanto se ne scorgeva una verde e persino un paio rosso fuoco. dalle porte aperte della rimessa del signor Travers si potevano intravedere gli operai al lavoro sul suo grande peschereccio che era stato tirato in secco per manutenzione mentre dalla parte opposta Jules ed altri due uomini si sbracciavano per facilitare l’approdo ad un’altra grossa imbarcazione di pescatori che stava già lanciando a terra le cime. Era stata una lunga notte fuori in mare, ma per i marinai il lavoro non era terminato. Il sole era sorto da meno di un’ora e avrebbero dovuto scaricare il pescato, per poi dividersi in due gruppi. Uno sarebbe rimasto a ripulire il peschereccio e prepararlo per la notte seguente, mentre altri avrebbero seguito Jules su per le ripide scale che conducevano al centro abitato per poter vendere il pesce

  • Via di Grotta Perfetta 555/a, 00142 Roma
  • 3402648946
  • email@email.it